Super prezzo. Il risparmio per tutta la famiglia

I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020

Una rivoluzione nel mondo degli scaldabagno! I migliori scaldabagno a pompa di calore selezionati secondo criteri di potenza, classe di efficienza energetica, marca e rapporto qualità-prezzo.

Investire in uno scaldabagno a pompa di calore (termodinamico) è diventato una tendenza. In effetti, questi dispositivi stanno gradualmente sostituendo i modelli tradizionali. Per diversi motivi: fanno risparmiare sulla bolletta del gas e dell’elettricità e sono ecologici, due dei tanti motivi per cui molti consumatori preferiscono rivolgersi a questi dispositivi.

Tuttavia, ci sono diversi parametri per valutarne bontà ed efficienza.

Scaldabagno a pompa di calore Ariston

950,00€
disponibile
9 nuovo da 950,00€
al 6 Maggio 2021 3:34 PM
I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020 1 Amazon.it
1.065,00€
disponibile
3 nuovo da 1.065,00€
al 6 Maggio 2021 3:34 PM
I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020 1 Amazon.it
1.147,00€
disponibile
4 nuovo da 1.147,00€
al 6 Maggio 2021 3:34 PM
I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020 1 Amazon.it
1.195,00€
disponibile
3 nuovo da 1.195,00€
al 6 Maggio 2021 3:34 PM
I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020 1 Amazon.it
2.299,00€
disponibile
1 nuovo da 2.299,00€
al 6 Maggio 2021 3:34 PM
I migliori scaldabagno a pompa di calore 2020 1 Amazon.it

Scaldabagno a pompa di calore: come funziona

In generale, la modalità di funzionamento degli scaldabagno a pompa di calore (o scaldacqua a pompa di calore)  è simile per tutte le marche e per tutte le fasce di prezzo.
Usano il principio di azione di una pompa di calore per assorbire calore direttamente dall’aria circostante e riscaldare l’acqua presente nel serbatoio.

A differenza degli scaldabagno convenzionali, gli scaldabagno a pompa di calore si basano su un sistema chiuso in cui un fluido varia il suo stato in base alle diverse condizioni di temperatura e pressione in cui si trova.
Il sistema prevede quindi di catturare il calore dall’ambiente esterno per cederlo all’acqua presente nel boiler.

Alcuni modelli possono funzionare solo a temperature superiori a 10 ° C per evitare un cattivo scambio termico. Altri sono stati pensati e costruiti per funzionare egregiamente a temperature che vanno da sotto zero (dunque buon funzionamento anche in inverno, in regioni fredde) fino a 42° C circa.

In caso lo scaldabagno a pompa di calore sia sistemato all’esterno o in zone che raggiungono temperature molto basse è necessario scegliere modelli dotati di una resistenza elettrica che entra in funzione in caso di bisogno.

scaldabagno a pompa di calore

Scaldacqua a pompa di calore, conviene?

L’acqua calda sanitaria è una necessità imprescindibile nel nostro moderno stile di vita.
Lo scaldacqua a pompa di calore rimane una buona alternativa soprattutto se si desidera risparmiare sul consumo di elettricità. In effetti, progettati secondo i principi dell’utilizzo di energie rinnovabili, questi sono considerati dispositivi ecologici.

Numerosi studi e confronti effettuati hanno dimostrato che questo tipo di scaldabagno è molto vantaggioso;  rispetto ad uno scaldabagno a gas o ad uno scaldabagno elettrico si può arrivare fino ad un risparmio del 70% del costo energetico annuale.
Questo è dovuto alla presenza della pompa di calore che funziona autonomamente; viene supportata dalla resistenza elettrica solo in condizioni di temperatura estreme.

Come scegliere lo scaldacqua a pompa di calore?

Se hai deciso di equipaggiare la tua casa con uno scaldabagno a pompa di calore, dovrai comunque basarti su alcuni parametri per decidere quale sia il più adatto a te e alla tua abitazione, considerando la pluralità di modelli offerti sul mercato.

La capacità idrica del serbatoio

Il primo criterio da verificare è la capienza del serbatoio che deve essere adeguata e proporzionata al numero di persone che compongono la famiglia.
Supponendo che un individuo utilizza una media di 50 litri di acqua al giorno, tutto ciò che bisogna fare è calcolare il fabbisogno per la famiglia.

Definire il punto di installazione

Successivamente, sarà necessario stabilire il suo posizionamento che dipenderà dal tipo di scaldabagno che si è scelto, in modo che possa funzionare in base all’ambiente a cui è stato destinato. Alcuni modelli sono progettati per essere posizionati anche all’esterno.

Altri devono essere installati all’interno dell’abitazione.
Prelevando però l’aria dall’ambiente interno, dove è installato l’apparecchio, richiedono volumi minimi e sono perfetti per le cantine.

Quando si sceglie uno scaldabagno a pompa di calore, particolare attenzione va riservata alla verifica della rumorosità.
Attenzione a non posizionarlo in prossimità dell’ufficio o vicino a camere d letto, o comunque dove il rumore dell’apparecchio possa creare disturbo.

Verificare la velocità di riscaldamento dell’acqua

Si dovrebbe anche dare un’occhiata alla velocità di riscaldamento dell’acqua. In generale, occorrono tra le 5 e le 8 ore per riscaldare l’intero serbatoio. Se si desidera avere rapidamente acqua calda, propenderemo per modelli che offrono un tempo di riscaldamento ridotto (e che generalmente sono supportati da una resistenza elettrica).

scaldabagno a pompa di calore

Ricordiamo inoltre di controllare il coefficiente di prestazione (C.O.P.) che indica la relazione tra l’energia elettrica consumata e quella restituita. Spesso varia in base alla temperatura esterna, ma per garantire una buona efficienza del modello scelto, assicurarsi che sia maggiore di 3 (cioè per ogni KWh consumato ne si ottengono 3).

In alcuni modelli, più sofisticati, la pompa di calore è in grado di svolgere il suo ruolo anche se la temperatura è inferiore a zero, fino a circa -15 ° C. In questo modo, l’apparecchio funzionerà sempre perfettamente anche durante il periodo invernale.

Non richiedendo l’attivazione della resistenza elettrica che molto raramente, questi modelli rimangono un’alternativa per realizzare risparmi significativi sul consumo di energia elettrica.
Si noti che maggiore è il C.O.P. migliore è la prestazione.

Dove installare lo scaldabagno a pompa di calore?

In generale, l’installazione di uno scaldabagno a pompa di calore dipenderà dalla tipologia scelta. Se si prevede di acquistare un modello che assorbe il calore direttamente dall’ambiente esterno, si dovrà disporre di una stanza non riscaldata, con una superficie di almeno 10 mq. Può essere il garage, la cantina o la lavanderia, a condizione che abbiano un buon isolamento.

scaldabagno a pompa di calore

Alcuni modelli richiedono più spazio a causa della presenza del condotto che deve aspirare e scaricare l’aria.
Altri modelli possono essere posizionati anche all’esterno.

Quale manutenzione per lo scaldabagno a pompa di calore?

A differenza degli scaldabagno convenzionali, gli scaldabagno a pompa di calore non richiedono alcuna manutenzione speciale. Semplicemente alcune pulizie che è necessario eseguire sul vaporizzatore a causa di eventuali depositi di polvere o sporco.
Eseguire questa manutenzione ordinaria è abbastanza semplice e può essere fatta da chiunque minimamente esperto con un cacciavite specifico e un panno umido.

In caso di calo delle prestazioni, la migliore alternativa sarebbe svuotare il dispositivo. I passaggi sono facili e possono essere eseguiti senza bisogno di aiuto esterno. Naturalmente l’installazione va fatta da personale esperto e professionale, come pure la manutenzione straordinaria.

Gli svantaggi di un scaldabagno a pompa di calore

Gli scaldabagno a pompa di calore hanno molti, forse moltissimi, vantaggi al loro attivo. Ci sono però alcuni avvertimenti che meritano di essere evidenziati.
Sono principalmente dispositivi elettrici. Pertanto non sono operativi in ​​caso di mancanza di corrente.

Inoltre, il funzionamento della pompa di calore genera rumore. Questo potrebbe disturbare alcuni utenti che cercano pace e tranquillità. Evitare di installarlo vicino a camere da letto, uffici, sale d’attesa.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter