Super prezzo. Il risparmio per tutta la famiglia

Le migliori lavasciuga

Le lavasciuga consentono di risparmiare tempo e spazio. Poiché non è necessario appendere il bucato, richiedono anche meno sforzi. A seconda della marca e del modello, le lavasciuga possono consumare molta energia.

migliori lavasciuga candy

L’asciugatura con pompa di calore è la soluzione più ecologica. I dispositivi a caricamento frontale indipendenti occupano più spazio rispetto ai dispositivi a caricamento dall’alto e dal design allungato. La capacità è un criterio predominante.

Le migliori lavasciuga eliminano la necessità di acquistare una lavatrice e un’asciugatrice, il che consente risparmio di spazio ma anche risparmio economico poiché questa attrezzatura unica è più economica da acquistare rispetto a due macchine separate. Ancora non diffusa nei primi anni 2000, questa attrezzatura sta attirando sempre più il favore delle famiglie. Al momento ci sono molti modelli sul mercato e  non tutti sono uguali.

È quindi importante essere vigili al momento dell’acquisto e prestare attenzione a un certo numero di criteri per essere certi di scegliere una tra le migliori lavasciuga: potente, adatta alle proprie esigenze e durevole.
La lavasciuga unisce le funzioni di lavatrice e asciugatrice.

Offerte sulle migliori lavasciuga

Come scegliere la lavasciuga?

La lavasciuga combina due funzioni che sono molto utili nella vita di tutti i giorni. Come suggerisce il nome, lava il bucato prima di asciugarlo, il tutto senza che l’utente debba eseguire alcuna manipolazione nel frattempo. Avere questo tipo di equipaggiamento presenta quindi innegabili vantaggi in termini di spazio, tempo, denaro e prestazioni.
Scopri senza indugio le migliori lavasciuga della nostra classifica!

Una lavasciuga può essere installata in diversi modi. Possiamo quindi distinguere due categorie principali:

Lavasciuga a libera installazione
La lavasciuga a libera installazione è più facile da installare ma va scelta con attenzione per non “cozzare” con i mobili circostanti.
Questo è il modello più comune, che può essere installato ovunque e che non sarà nascosto da nessuna struttura.
Lavasciuga da incasso
La lavasciuga da incasso è quella lavasciuga di dimensioni standard che è creata apposta per essere inserita all’inerno di un mobile, come ad esempio della cucina e che una volta chiuso lo sportello non sarà e vista ma completamente coperta.

Un guadagno spazio

Gli elettrodomestici sono ingombranti e non sono sempre i più estetici. La lavasciuga prende molto meno spazio di una lavatrice e un’asciugatrice posizionati fianco a fianco o uno sopra l’altro.

In media, le sue dimensioni sono 85 cm di altezza per 60 cm di larghezza e 55 cm di profondità (ci sono anche modelli di lavasciuga slim).
È quindi facile trovare spazio per questo elettrodomestico anche in un piccolo appartamento in cui non è possibile installare due dispositivi. Risparmia spazio. Evita di avere stendini carichi di calze e magliette nel mezzo del soggiorno o appoggiati a sedie o avere fili carichi di bucato fuori sul balcone.

Un guadagno di tempo

Grazie alle migliori lavasciuga, la biancheria viene lavata e quindi asciugata automaticamente. Non è quindi più necessario passare dieci minuti a svuotare la lavatrice e quindi a caricare l’asciugatrice o a appendere i vestiti umidi su uno stendino. Questo dispositivo aiuta a risparmiare tempo ma anche a limitare gli sforzi fisici. Come tale, può essere molto utile per gli anziani o le persone con disabilità poiché semplifica notevolmente il tempo dedicato alla biancheria.

Una volta fuori dalla macchina, i vestiti devono solo essere stirati e riposti. L’apparecchio impedisce inoltre al bucato umido di rimanere nel cestello per troppo tempo. Non c’è bisogno di calcolare se ci sarà tempo per mettere i vestiti bagnati nell’asciugatrice prima di partire per lavoro o prima di coricarsi, la lavasciuga si occupa di tutto e semplifica la vita di tutti i giorni.

La lavasciuga ha ancora la reputazione di essere un attrezzatura di fascia alta e non molto conveniente. Se le migliori lavasciuga, i modelli più sofisticati, superano i 1000 euro, sono comunque una minoranza. Ci sono anche buoni apparecchi entry-level che sono disponibili da circa 400 euro e la maggior parte delle macchine sono in vendita a prezzi compresi tra 600 e 900 euro.

Se vuoi attrezzarti a un prezzo basso, dopo esserti trasferito, ad esempio, è quindi più interessante scegliere una lavasciuga sotto i 500 che acquistare una lavatrice a 300 euro più un’asciugatrice ad altrettanti 300 euro. La differenza di prezzo è ancora più significativa quando optiamo per dispositivi di fascia media o alta. La differenza può quindi ammontare a diverse centinaia di euro.

Le migliori lavasciuga combinano le funzioni di due dispositivi separati, ed eseguono sia un buon lavaggio sia una buona asciugatura. Nessuna paura quindi: il bucato sarà perfettamente lavato e poi asciugato se rispettiamo scrupolosamente la quantità massima indicata nelle istruzioni d’uso. I modelli più avanzati includono anche lo stesso numero di funzioni e programmi diversi delle migliori lavatrici.

Compatte, facili da usare le migliori lavasciuga evitano operazioni superflue. La lavasciuga è un elettrodomestico per tutti. Tuttavia, alcuni
la apprezzeranno sicuramente ancora di più. Per esempio:

  • inquilini e proprietari di piccole aree, in cui non è possibile installare una lavatrice e asciugatrice;
  • gli anziani;
  • persone con disabilità o persone con forza fisica limitata;
  • uomini e donne di fretta, desiderosi di dedicare il minor tempo e attenzione possibile alle faccende domestiche;
  • famiglie numerose, al fine di ridurre al minimo il numero di ore dedicate alla manutenzione della biancheria.

Principio e funzionamento di una lavatrice e asciugatrice combinate

Il dispositivo è dotato di motore a induzione, apprezzato per le sue prestazioni ma anche per i suoi meccanismi a basso rumore. Una lavasciuga funziona in modo diverso da una tradizionale asciugatrice. In effetti, i modelli classici usano tre metodi:

  • asciugatura a condensa,
  • asciugatura a pompa di calore (la più eco-responsabile),
  • asciugatura mediante evacuazione.

Asciugatura a condensa

Le lavasciuga a condensazione sono convenienti, silenziose ed efficienti, ma talvolta consumano molta energia. Le migliori lavasciuga, quelle con nuova tecnologia, stanno ovviando a questo problema e sono adatte anche ai tessuti più delicati.

Asciugatura della pompa di calore

Le migliori lavasciuga sono a pompa di calore; sono più costose da acquistare e funzionano più lentamente ma hanno dimostrato di essere molto efficienti dal punto di vista energetico.

La lavasciuga utilizza l’acqua recuperata durante la fase di lavaggio durante l’asciugatura. Il vapore estratto dalla biancheria viene condensato utilizzando acqua fredda, non aria calda come in un’asciugatrice convenzionale. L’acqua viene quindi evacuata attraverso il tubo di scarico. Mentre le asciugabiancheria a volte richiedono l’installazione di un condotto per l’evacuazione del vapore acqueo o la perforazione di una parete, queste due operazioni non devono essere eseguite con una lavasciuga.

Come leggere l’etichetta energetica della lavasciuga?

Uno degli inconvenienti citati frequentemente per la lavasciuga è il suo elevato consumo di energia. Se questo dispositivo utilizza una quantità media di acqua ed elettricità superiore alle apparecchiature convenzionali, esiste comunque una forte differenza a seconda dei modelli.

È quindi importante dedicare del tempo al confronto approfondito tra le diverse lavasciuga studiando la loro etichetta energetica.
Questa è una scheda obbligatoria per gli elettrodomestici e contiene una serie di informazioni molto utili. Tuttavia, ha i suoi limiti. I dati indicati sono stati calcolati sulla base di lavaggi a 60 ° C, mentre i lavaggi più popolari sono a 30 ° C o 40 ° C.

Efficacia Energetica

Questa tabella chiamata “Etichetta energetica” mostra  i dati che ti permettono di avere un’idea della quantità di energia consumata dal dispositivo. È espresso da una lettera, tra A e G. I dispositivi più efficienti hanno Classificazione A +++, i dispositivi con le più scarse prestazioni hanno una classificazione G. Un codice colorato, dal verde scuro al rosso, valuta l’efficienza energetica del dispositivo a colpo d’occhio.

L’etichetta di una lavasciuga deve anche menzionare:

  • la capacità del tamburo in chili;
  • il volume del suono in decibel;
  • la velocità di centrifuga in numero di giri al minuto;
  • consumo di energia in kWh per ciclo di lavaggio e asciugatura;
  • il tipo di asciugatura (evacuazione o condensa);
  • l’efficienza energetica del lavaggio con un punteggio tra A e G;
  • l’efficienza energetica della centrifuga, con un punteggio tra A e G;
  • consumo di acqua per ciclo di lavaggio e asciugatura in litri.

classe energetica

Quando esiti tra due dispositivi con prestazioni equivalenti e sostanzialmente lo stesso prezzo, l’etichetta energetica può aiutarti a decidere.

Ovviamente meglio favorire l’apparecchio con minore consumo di energia, per la protezione del pianeta ma anche, non avere da pagare cifre enormi per l’energia elettrica. Tuttavia, come regola generale, meno consuma il dispositivo, più è costoso.

Tuttavia, questo prezzo più elevato al momento dell’acquisto sarà compensato con un minor consumo di acqua e energia elettrica nel corso degli anni. Rappresentano dunque investimenti interessanti a lungo termine.

I nostri consigli per trovare le migliori lavasciuga

Capacità e regolazione automatica della quantità

La quantità di biancheria da lavare e asciugare è talvolta difficile da stimare. Anzi, le lavasciuga hanno una capacità di asciugatura inferiore alla capacità di lavaggio.

Ciò significa che se si riempie la macchina fino all’orlo, la biancheria potrà essere lavata ma non asciugata correttamente. Per lavare e asciugare il bucato in un unico ciclo, prendere l’abitudine di riempire solo parzialmente il tamburo.

Generalmente, una macchina con a una capacità di lavaggio di 7 kg può asciugare fino a 5 kg di biancheria. Per
controllare e ottimizzare il consumo di energia, può essere interessante scegliere una lavasciuga dotata di sensori. Questi stimeranno la quantità e il peso della biancheria e adatteranno il loro consumo di acqua ed elettricità.

È anche necessaria una buona centrifuga per facilitare l’asciugatura della biancheria e ridurre l’umidità all’interno del cestello. Più la centrifuga sarà efficiente, minore sarà il tempo di asciugatura. Per questo motivo, meglio favorire un modello che preveda diversi programmi di centrifuga fino almeno a 1.200 giri/min.

La velocità di centrifuga su modelli più sofisticati può arrivare a 1400 o 1600 giri al minuto.
Per tutti coloro che dispongono di biancheria molto diversa da lavare, una macchina con molti programmi potrebbe essere utile.

Alcuni modelli offrono, ad esempio:

  • un programma per avere la biancheria pronta;
  • un programma di freschezza per neutralizzare gli odori sgradevoli che potrebbero aver resistito alla lavatrice;
  • un programma lana;
  • un programma delicato a bassa temperatura;
  • un programma cotone intenso destinato a capi spessi o dotati di fodera.

La partenza ritardata

Le migliori lavasciuga offrono una funzione molto apprezzata: il programmare di partenza ritardata con cui selezionare in anticipo l’orario di lancio della sua macchina. Ciò consente ad esempio di avviare il bucato alcune ore prima di tornare a casa dal lavoro per recuperare i panni appena lavati e asciugati non appena si arriva a casa o se possibile, la partenza durante la notte per approfittare del momento in cui il costo dell’energia elettrica è minore.

Le lavasciuga in genere consentono di programmare la partenza con dodici ore di anticipo, anche ventiquattro ore sui modelli più avanzati.

Altre caratteristiche

Anche se non di frequente, si potrebbe verificare una perdita d’acqua o un blocco dello scarico. Per prevenire rischio di allagamenti e danni causati dall’acqua, la sicurezza di overflow rileverà il problema e fermerà la macchina automaticamente. Se il tubo di scarico è forato o il filtro bloccato, il dispositivo immagazzinerà l’acqua in un serbatoio di ritenzione previsto per questo scopo.

Per evitare una cattiva distribuzione della biancheria nel tamburo e il rischio di squilibrio, è importante che il dispositivo abbia un sistema di rilevamento dei pesi. I produttori delle migliori lavasciuga come Samsung hanno, ad esempio, equipaggiato il tamburo con diversi micro-sensori il cui scopo è rilevare e analizzare le vibrazioni durante il lavaggio per prevenire la comparsa di squilibri.

In caso di rischio, trasmettono queste informazioni ad un apposito processore per distribuire meglio la biancheria nel cestello, ad esempio regolando la velocità e il senso di rotazione. Per evitare questo problema, si consiglia anche di assicurare una distribuzione armoniosa della biancheria nel cestello durante il carico.

Per le famiglie con bambini, meglio scegliere un dispositivo con “sicurezza bambini“. Questo blocca i pulsanti della lavasciuga automaticamente. Quando è in funzione, se i bambini toccano i pulsanti, sarà impossibile cambiare i programmi o la velocità di centrifuga prima della fine del ciclo.

I modelli avanzati molto spesso includono un’opzione vapore per evitare pieghe, soprattutto alle camicie. Questa funzione facilita notevolmente la stiratura.

Nello stesso spirito, alcuni dispositivi hanno una funzione “pronto da stirare”. Ciò garantisce che la biancheria rimanga leggermente umida dopo la fine del ciclo di asciugatura. La biancheria deve quindi essere recuperata rapidamente e stirata.

Come le lavatrici convenzionali, la lavasciuga può essere caricata dalla parte anteriore, tramite l’oblò o dall’alto. La scelta tra i due si basa sulle preferenze personali ma soprattutto tenendo conto dei vincoli, della configurazione e della sistemazione desiderata. Quindi una lavasciuga a carica frontale consente di utilizzare la parte superiore della macchina come superficie di lavoro o di far scivolare l’apparecchio sotto il piano di lavoro, come i mobili della cucina.

Una lavasciuga carica dall’altro d’altra parte, non può essere coperta per lasciare spazio per l’apertura. Questo modello di lavasciuga più stretto ed alto delle altre, trova facilmente posto in un bagno o in una cucina. Il caricamento dall’alto evita anche di piegarsi per inserire il bucato.

Misura attentamente

Se le dimensioni standard dell’apparecchio sono 80 x 60 x 55 cm, ci sono modelli che sono significativamente più alti o soprattutto più larghi, principalmente nel caso di lavasciuga frontali. È quindi essenziale avere una buona idea del punto dove si desidera installare l’apparecchio prima di acquistare la lavasciuga.

Naturalmente, è anche necessario assicurarsi che ci sia l’alimentazione dell’acqua e la presa elettrica ma anche lo spazio necessario per aprire l’oblò o il coperchio.

Non tutti hanno gli stessi bisogni quando si tratta di lavasciuga.
Non è necessario investire in una macchina XXL quando viviamo da soli o in coppia. Al contrario, non sottovalutare le tue esigenze quando hai una famiglia numerosa e sei costretta a moltiplicare i lavaggi. Ogni famiglia e ogni persona ha ovviamente esigenze specifiche. Tuttavia, alcune stime medie sono molto utili per scegliere il dispositivo con la migliore capacità:

  • per una sola persona, una macchina con un tamburo da 5 kg è sufficiente a lavare la biancheria settimanale;
  • per le coppie, una lavasciuga con una capacità di 7 Kg è più che sufficiente;
  • per le famiglie con uno o due figli, una macchina con a capacità di 8 Kg sembra l’ideale;
  • per le famiglie numerose, si consigliano lavasciuga dagli 8 fino ai 12 kg di biancheria per il lavaggio (e 8 kg per la fase di asciugatura).

Domande frequenti

Perchè scegliere una lavasciuga?

Due elettrodomestici uniti in uno, questa è la promessa della lavasciuga. Se i primi modelli non brillassero per la loro ergonomia, cosa pensare dell’offerta attuale? Quali sono i punti di forza della lavasciuga? La lavasciuga combina due funzioni che sono molto utili nella vita di tutti i giorni.
Come suggerisce il nome, pulisce i vestiti prima di asciugarli, il tutto senza che l’utente debba eseguire alcuna manipolazione nel frattempo. Avere questo tipo di equipaggiamento presenta quindi innegabili vantaggi in termini di spazio, tempo, denaro e prestazioni. Scopri senza indugio la migliore lavasciuga della nostra classifica!

Come leggere l’etichetta energetica della lavasciuga?

Uno dei guasti citati frequentemente per la lavasciuga è il suo elevato consumo di energia. Se questo dispositivo utilizza una quantità media di acqua ed elettricità superiore alle apparecchiature convenzionali, esiste comunque un forte disparità a seconda dei modelli. È quindi importante dedicare del tempo a un confronto approfondito tra le diverse lavasciuga studiando la loro etichetta energetica.
Questa scheda è obbligatoria per gli elettrodomestici e contiene una serie di informazioni molto utili. Tuttavia, ha i suoi limiti. Pertanto, le cifre indicate sono state calcolate sulla base di detergenti eseguiti a 60 ° C mentre sono detergenti a 30 ° C o 40 ° C che sono generalmente i più acclamati dagli utenti. Scopri di più nella nostra tabella di confronto!

Come scegliere la lavasciuga più adatta alle tue esigenze?

Per fare la scelta migliore possibile, è essenziale esaminare la modalità di caricamento, le dimensioni, il design e il tipo di installazione, nonché la capacità della macchina.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on twitter
Twitter